cerco guida italiana

Dansk, Nederlands, Italian
User avatar
renny
Posts: 52
Joined: Fri Sep 06, 2013 11:15 am

Re: cerco guida italiana

Postby renny » Wed Mar 19, 2014 7:54 pm

Grazie a te mitzuko :)
..ieri nel leggere il tuo ultimo post ci sono stati degli attimi in cui è venuta su una gioia traboccante ma giusto il tempo di accorgersene e già ne era rimasto solo un eco..
rifletti sull'ultimo “esercizio” che ti avevo proposto :) .. ilcielo e le nuvole … consapevolezza e pensieri ..
quando il sistema pensiero-io si attiva si “perde” l'essere … che comunque resta come "contenitore" di tutto ciò che accade … un pesciolino non può capire il mare ;)

Porta la tua attenzione su un oggetto davanti a te ed escludi tutto il resto.. poi cerca di percepire tutta la stanza dove ti trovi .. continua con questo zoomare per un po cambiando magari oggetto … poi trasferisci questo zoomare alla consapevolezza .. quando interviene la modalità pensiero-io l'attenzione è presa dai contenuti della coscienza .. se resti nella consapevolezza senza aggrapparti a nulla, senza rifiutare nulla .. tutto passa come le nuvole nel cielo .. noi siamo questa consapevolezza .. senza forma, senza una locazione precisa, senza alcuna storia plausibile ...

l'io non si può liberare .. è solo un' abitudine, una modalità da cui dissociarsi ...
si attivano l'attenzione/focalizzazione della mente nel cercare la risposta che sento + vera su come esperisco la realtà ed è qui che faccio le "frittate" e vado in confusione
è sempre un io che cerca la risposta che sente + vera …
ogni io ha uno o più punti di vista, una o più verità da difendere .. ma il tutto è nell'ambito del razionale e della dualità …
conosci la luce perchè conosci il buio ma questa è solo una delle infinite “conoscenze” alle quali un io-pensiero può “aggrapparsi”
la confusione nasce dal rapporto inconciliabile tra consapevolezza e un io-pensiero ... che vorrebbe arrivare a "capire" e "spiegare" la consapevolezza :))
e infatti a tal proposito ti volevo chiedere suggerimenti su come condurre questa ricerca senza perdersi in capriole mentali :D ...
è un io che vuole cercare, per mantenersi vivo, ma un io non può mai trovare nulla, dato che vive di etichette e di insiemi di pensieri che sono ricordi, parole, ecc. : tutte nuvole nel campo della consapevolezza … l'io che cerca continuerà nelle sue capriole mentali e si “sentirà confuso” … ma questo è un processo illusorio che avviene sempre e comunque nella consapevolezza ... nessun io esiste in modo intrinseco, realmente !

segui un pensiero: dove nasce ?
dove si muove quando si sviluppa, dove risiede ?
dove va quando sparisce ?
SO che va condotta cercando nell'esperienza diretta ma da qualche parte nel processo di traduzione fra ciò che vedo esserci nell'esperienza diretta (es. riguardo al "me" c'è la percezione di un corpo in primo piano e percezioni di emozioni/pensieri e un senso di "esserci") e ciò che invece "sento" (mi sento un qualcuno in questo corpo) mi perdo e vado in confusione..:(
e so anche che guardare/vedere non dovrebbe essere una cosa cosi.. da far fumare il cervello.. quindi probabilmente non lo sto facendo nel modo giusto..
qualsiasi esperienza vivila come flusso della Vita ... lasciala fluire ... non aggrapparti ... non cercare di spiegarla ... lasciala fluire .. lasciati andare come se fossi sotto una doccia calda ;)

l'esperienza diretta è restare nella consapevolezza (essere semplicemente consapevoli) e lasciare che tutti gli stimoli sensoriali e i pensieri e le immagini mentali e le emozioni fluiscano liberamente (nuvole) nel cielo (consapevolezza senza forma e senza limiti) senza voler afferrare, rifiutare, senza voler “capire” nulla …

non ci deve essere un processo di traduzione .. altrimenti si crea una distanza (fittizia) tra osservatore e cosa osservata .. in realtà tutto avviene sempre nella sola consapevolezza .. in presa diretta .. senza alcuna “distanza” o “separazione” quando si è usciti dalla modalità “io-pensiero”

il senso di “esserci” senza descrizioni, pensieri, identificazioni, storie plausibili è .. la consapevolezza consapevole ... sempre esistita …sempre presente .. mentre "noi" ci siamo persi a seguire le nuvole, a disquisire sulle loro forme .. senza accorgerci più del cielo ove tutto avviene, sempre consapevole di tutto ...

non ti manca nulla, non devi arrivare da nessuna parte: ci sei sempre stata ! ci sei adesso .. proprio dove sei .. :)

buona danza ;)

User avatar
mitzuko
Posts: 76
Joined: Tue Feb 05, 2013 12:31 pm

Re: cerco guida italiana

Postby mitzuko » Mon Mar 24, 2014 11:28 pm

rifletti sull'ultimo “esercizio” che ti avevo proposto :) .. ilcielo e le nuvole … consapevolezza e pensieri ..
quando il sistema pensiero-io si attiva si “perde” l'essere … che comunque resta come "contenitore" di tutto ciò che accade …
quello che dici lo vedo.. i pensieri come arrivano se ne vanno..sono contenuti in qualcosa che è consapevole di loro cosi come di tutto il resto.. ma "quel qualcosa che è consapevole" è il "frutto" di questo corpo...quindi c'è anche l'identificazione con il corpo e quella c'è anche in assenza di pensiero..
è un io che vuole cercare, per mantenersi vivo,
questo lo vedo e ne sono consapevole (anzi noto anche un certo "piacere" nel cercare) ma se non cerco come faccio a trovare?
nessun io esiste in modo intrinseco, realmente !
per me "io" è il punto di vista da qui, che coincide con gli stati di coscienza di questo corpo
il senso di “esserci” senza descrizioni, pensieri, identificazioni, storie plausibili è .. la consapevolezza consapevole ... sempre esistita …sempre presente ..
sempre esistita e sempre presente da che esiste questo corpo..

User avatar
renny
Posts: 52
Joined: Fri Sep 06, 2013 11:15 am

Re: cerco guida italiana

Postby renny » Tue Mar 25, 2014 1:57 pm

.. i pensieri come arrivano se ne vanno..sono contenuti in qualcosa che è consapevole di loro cosi come di tutto il resto.. ma "quel qualcosa che è consapevole" è il "frutto" di questo corpo...quindi c'è anche l'identificazione con il corpo e quella c'è anche in assenza di pensiero..
Chi o che cosa è certo che "quel qualcosa che è consapevole" è il "frutto" di questo corpo ?
Chi si identifica con ? E se non ci fosse identificazione con ?
Potrebbe essere solo un insieme di pensieri plausibili ai quali ci si è attaccati dando un senso di realtà … (che non hanno .. sono solo pensieri) ?

Cosa accade quando dormendo si è consapevoli nel sogno ?
è un io che vuole cercare, per mantenersi vivo,
questo lo vedo e ne sono consapevole (anzi noto anche un certo "piacere" nel cercare) ma se non cerco come faccio a trovare?
Chi cerca ?
Dove ?
Cosa c'è da trovare ? Qualcuno credi sappia dov'è ? Cos'è ? Com'è ?

E se si smettesse di "cercare" .. ?
..per me "io" è il punto di vista da qui, che coincide con gli stati di coscienza di questo corpo
il senso di “esserci” senza descrizioni, pensieri, identificazioni, storie plausibili è .. la consapevolezza consapevole ... sempre esistita …sempre presente ..
sempre esistita e sempre presente da che esiste questo corpo..
Ne sei proprio certa ? E' il corpo ad essere consapevole .. o è la consapevolezza che “sente” anche quell'aggregato che chiamiamo corpo ?
Cos'è “questo corpo” ?
Fai un viaggio all'interno di “questo corpo” .. nel sempre più piccolo .. sempre più piccolo … dalla visione completa fino al livello atomico .. e poi ancora più piccolo …

Cosa trovi ? .. solo vuoto e vibrazioni ? … nulla che si possa conoscere razionalmente ?.. nulla a cui si possa appiccicare un'etichetta, un nome ? …

... cogli le intuizioni che arrivano quando ti poni le domande .. non importa quanto le risposte siano plausibili e ben raccontate ;)

User avatar
mitzuko
Posts: 76
Joined: Tue Feb 05, 2013 12:31 pm

Re: cerco guida italiana

Postby mitzuko » Mon Mar 31, 2014 9:44 pm

nessuna intuizione.. :( solo risposte mentali ..

User avatar
renny
Posts: 52
Joined: Fri Sep 06, 2013 11:15 am

Re: cerco guida italiana

Postby renny » Tue Apr 01, 2014 2:32 am

Ciao mitzuko
procedi pure con quelle che dici essere "risposte mentali"

User avatar
renny
Posts: 52
Joined: Fri Sep 06, 2013 11:15 am

Re: cerco guida italiana

Postby renny » Tue Apr 01, 2014 2:42 am

Sei sempre in at-tesa di vivere "l'evento" ?

User avatar
mitzuko
Posts: 76
Joined: Tue Feb 05, 2013 12:31 pm

Re: cerco guida italiana

Postby mitzuko » Tue Apr 01, 2014 11:44 pm

Chi o che cosa è certo che "quel qualcosa che è consapevole" è il "frutto" di questo corpo ?
è un pensiero, ma è un pensiero derivante dall'osservazione delle cose
Chi si identifica con ? E se non ci fosse identificazione con ?
ciò che è consapevole si identifica con il corpo (e i pensieri emozioni etc etc)
Potrebbe essere solo un insieme di pensieri plausibili ai quali ci si è attaccati dando un senso di realtà … (che non hanno .. sono solo pensieri) ?
si ma sono pensieri che appoggiano e si riferiscono a qualcosa che è reale, il corpo e ciò che è consapevole di entrambi
Cosa accade quando dormendo si è consapevoli nel sogno ?
c'è consapevolezza delle immagini prodotte dal cervello
Chi cerca ?
"cosa sono e cos'è tutto questo" (domande dalle quali è partita la ricerca ) è un pensiero, quindi potremmo dire che è il pensiero che cerca ma il pensiero è lo strumento della coscienza in questo corpo..
Dove ?
un pò nella realtà, un pò nei pensieri
Cosa c'è da trovare ?
le risposte..sentite e non "pensate" a tutto o almeno a una parte di ciò che (purtroppo) riconosco essere ancora le mie aspettative!
Qualcuno credi sappia dov'è ? Cos'è ? Com'è ?
tu ad esempio..
Ne sei proprio certa ? E' il corpo ad essere consapevole .. o è la consapevolezza che “sente” anche quell'aggregato che chiamiamo corpo ?
il corpo "produce" consapevolezza che a sua volta sente il corpo
Cos'è “questo corpo” ?
Fai un viaggio all'interno di “questo corpo” .. nel sempre più piccolo .. sempre più piccolo … dalla visione completa fino al livello atomico .. e poi ancora più piccolo …

Cosa trovi ? .. solo vuoto e vibrazioni ? … nulla che si possa conoscere razionalmente ?.. nulla a cui si possa appiccicare un'etichetta, un nome ? …
questo lo so ma è un'informazione appresa, non è la mia percezione delle cose
Sei sempre in at-tesa di vivere "l'evento" ?
sono in attesa di trovare conferma nella mia percezione a quello che so essere lo stato di "illuminazione" (perdona il termine ma cosi viene definito..)
non è detto che sia per forza un "evento" ma almeno dovrei avere la chiara comprensione di come stanno le cose e che la ricerca è finita.. e comunque mi rendo conto che mi aspetto come ti ho scritto sopra di trovare conferma a ciò che ho appreso..

grazie infinite della tua pazienza :)

User avatar
renny
Posts: 52
Joined: Fri Sep 06, 2013 11:15 am

Re: cerco guida italiana

Postby renny » Wed Apr 02, 2014 7:06 pm

Ciao mitzuko :)
Chi si identifica con ? … : ciò che è consapevole si identifica con (il corpo e i pensieri emozioni etc etc)
E se non ci fosse alcuna identificazione con ? .. e se questa consapevolezza restasse non-associata a nulla di preciso ? rivolgi la consapevolezza in questa direzione ..
.. è il pensiero che cerca ma il pensiero è lo strumento della coscienza in questo corpo..
Sicura che il pensiero sia lo strumento della coscienza in questo corpo ?
E se non fosse così ? Per quanto tempo, durante la giornata, non sei consapevole del corpo ?
La consapevolezza viene prima o dopo il pensiero ? C'è consapevolezza senza pensieri ?
La consapevolezza (senza forma, colre, ecc.) .. è consapevole anche dei pensieri :)
Sono in attesa di trovare conferma nella mia percezione a quello che so essere lo stato di "illuminazione" (perdona il termine ma cosi viene definito..)...... almeno dovrei avere la chiara comprensione di come stanno le cose e che la ricerca è finita.. mi aspetto .. di trovare conferma a ciò che ho appreso..
Vuoi trovare conferma nella tua percezione (intendi essere consapevole ?)…
avere una chiara comprensione (intendi una comprensione razional-intellettuale, una ragionevole spiegazione di parole?) ..
queste due modalità sono compatibili secondo te ?
… trovare conferma a ciò che hai appreso (Come dovresti ricevere questa conferma ? Ha una modalità che ti aspetti ?) … non dover cercare più (questo cercare non è che ti tiene lontana dal centro del tuo essere consapevole e basta
Cosa c'è da trovare ?: le risposte..sentite e non "pensate" a tutto o almeno a una parte di ciò che (purtroppo) riconosco essere ancora le mie aspettative!
Per sentire intendi consapevole ?
Sei sempre consapevole :) … ma se si vuole ancora capire col gioco dei pensieri e delle spiegazioni ... è un sentiero senza fine :)
... E' il corpo ad essere consapevole .. o è la consapevolezza che “sente” anche quell'aggregato che chiamiamo corpo ? ...il corpo "produce" consapevolezza che a sua volta sente il corpo
interessante questa costruzione :) come sai che è proprio così ? Sei disposta a metterla in dubbio ? E se la metti in dubbio ... ? Se metti in dubbio tutto il tuo conosciuto .. cosa rimane ?
Cos'è “questo corpo” ? ..Fai un viaggio all'interno di “questo corpo” .. nel sempre più piccolo .. sempre più piccolo … dalla visione completa fino al livello atomico .. e poi ancora più piccolo … Cosa trovi ? ..
questo lo so ma è un'informazione appresa, non è la mia percezione delle cose
Puoi attivare questa ricerca ed arrivare ad appercepirla direttamente superando la mera conoscenza intellettuale di un informazione appresa ?.. non cercarla con l'attenzione e la concentrazione della mente, bensì con la consapevolezza che si espande ...

Non temere .. qui non c'è pazienza o impazienza :) è una danza gioiosa ;)

senti in consapevolezza come fluisce la vita .. in te .. attorno a te … e come si interrompe il flusso quando seguiamo i pensieri che arrivano e poi se ne vanno considerandoli veri e importanti …
Non seguire più i pensieri .. non aggrapparti ad essi .. prenditi delle pause durante la giornata e lascia andare tutto .. ma proprio tutto .. rilassati :)

User avatar
mitzuko
Posts: 76
Joined: Tue Feb 05, 2013 12:31 pm

Re: cerco guida italiana

Postby mitzuko » Sat Apr 05, 2014 1:14 pm

Sicura che il pensiero sia lo strumento della coscienza in questo corpo ?
E se non fosse così ?
ciò che vedo è che la coscienza "nasce" dalle percezioni di questo corpo.. quando il corpo dorme profondamente e quindi le percezioni sono x cosi dire "disattivate" non c'è consapevolezza/coscienza.(questo anche per risponderti al perchè ho la sensazione che la coscienza sia il "prodotto" di questo corpo)... e il pensiero che è sentito da questa stessa consapevolezza influenza solo questo corpo..
se arriva il pensiero di alzarsi dalla sedia si alza questo corpo non un altro (scusami è un esempio stupido ma faccio x dirti cosa intendo)
Per quanto tempo, durante la giornata, non sei consapevole del corpo ?
posso non esserne consapevole (ad esempio quando guardo un film) ma rimane pur sempre il "veicolo" attraverso cui la coscienza/consapevolezza esperisce!! il vedere (in questo caso il film) avviene attraverso gli occhi di questo corpo! (ad esempio)
La consapevolezza (senza forma, colre, ecc.) .. è consapevole anche dei pensieri :)
si questo mi è chiaro
mitzuko ha scritto:
Sono in attesa di trovare conferma nella mia percezione a quello che so essere lo stato di "illuminazione" (perdona il termine ma cosi viene definito..)...... almeno dovrei avere la chiara comprensione di come stanno le cose e che la ricerca è finita.. mi aspetto .. di trovare conferma a ciò che ho appreso..

Vuoi trovare conferma nella tua percezione (intendi essere consapevole ?)…
avere una chiara comprensione (intendi una comprensione razional-intellettuale, una ragionevole spiegazione di parole?) ..
queste due modalità sono compatibili secondo te ?
… trovare conferma a ciò che hai appreso (Come dovresti ricevere questa conferma ? Ha una modalità che ti aspetti ?) … non dover cercare più (questo cercare non è che ti tiene lontana dal centro del tuo essere consapevole e basta
mitzuko ha scritto:
Cosa c'è da trovare ?: le risposte..sentite e non "pensate" a tutto o almeno a una parte di ciò che (purtroppo) riconosco essere ancora le mie aspettative!

Per sentire intendi consapevole ?
Sei sempre consapevole :) … ma se si vuole ancora capire col gioco dei pensieri e delle spiegazioni ... è un sentiero senza fine :)
ciò che sento ora: sono un io in un corpo/mente separato ed indipendente dal resto della scena, non ho la minima idea di cosa in realtà io sia e di cosa sia tutto questa roba

ciò che ho capito essere la percezione vera e non distorta: nessun "io", tutto è uno, la coscienza che è in "me" è la stessa che è negli "altri" quindi sentire di essere la stessa cosa, nessuna separazione, nessuna nascita ne morte, la materia è un illusione, esiste solo il momento presente e quello che contiene è me, in realtà sono la fonte (addirittura qualcuno lo definisce "Dio", "Creatore" )di tutto ciò che c'è etc etc..

questo mi aspetto di SENTIRE e non solo pensare (come faccio ora) .. ma non perchè quello che sto facendo è al solo fine di sentire questo.. ma xchè c'è l'idea che la "realizzazione" comporti questo cambio di percezione.. è perchè no, anche sentire che tutto questo è una danza come la definisci tu
e il cambio di percezione comporterà anche una chiara comprensione intellettuale (che ne sarà solo la conseguenza ..) di come stanno realmente le cose (che poi è quella che immagino hai tu, sennò come faresti a indirizzarmi e guidarmi in modo cosi chiaro e lucido? )
Puoi attivare questa ricerca ed arrivare ad appercepirla direttamente superando la mera conoscenza intellettuale di un informazione appresa ?.. non cercarla con l'attenzione e la concentrazione della mente, bensì con la consapevolezza che si espande ...
quello che mi sembra di riuscire a fare è dirigere l'attenzione sull' appercezione del corpo e in quel caso si, sento vibrazioni e vuoto ma ho indirizzato la consapevolezza usando l'attenzione..

grazie.. :)))

User avatar
renny
Posts: 52
Joined: Fri Sep 06, 2013 11:15 am

Re: cerco guida italiana

Postby renny » Sat Apr 05, 2014 5:27 pm

.. ciò che vedo è che la coscienza "nasce" dalle percezioni di questo corpo.. quando il corpo dorme profondamente e quindi le percezioni sono x cosi dire "disattivate" non c'è consapevolezza/coscienza...ho la sensazione che la coscienza sia il "prodotto" di questo corpo)... e il pensiero che è sentito da questa stessa consapevolezza influenza solo questo corpo..
E se questo vedere che la coscienza "nasce" dalle percezioni di questo corpo fosse in realtà solo il frutto di un modo di pensare, di una costruzione intellettuale, di una spiegazione plausibile ?
Invertendo il tutto si potrebbe dire che la consapevolezza diventa consapevole di un aggregato che percepisce un universo vibrazionale .. credendolo reale ne rimane attratta, ecc. ?
E se quando il corpo dorme, e le percezioni dei cinque sensi sono disattivate, non c'è, apparentemente, consapevolezza solo perché non c'è più identificazione consapevole con un corpo, con un mondo conosciuto ?
ciò che sento ora: sono un io in un corpo/mente separato ed indipendente dal resto della scena, non ho la minima idea di cosa in realtà io sia e di cosa sia tutto questa roba
L'io è un idea, un insieme di memorie .. è questo io che cerca l'illuminazione, cerca di afferrarla intellettualmente, come se fosse un oggetto da collezione per poterlo relegare nel banco delle memorie e poter dire: ce l'ho fatta :)
Per esistere questo io-idea deve illudere di essere separato ... altrimenti cesserebbe ;) E' solo una convinzione :)
ciò che ho capito essere la percezione vera e non distorta: nessun "io", tutto è uno, la coscienza che è in "me" è la stessa che è negli "altri" quindi sentire di essere la stessa cosa, nessuna separazione, nessuna nascita ne morte, la materia è un illusione, esiste solo il momento presente e quello che contiene è me, in realtà sono la fonte (addirittura qualcuno lo definisce "Dio", "Creatore" )di tutto ciò che c'è etc etc.. questo mi aspetto di SENTIRE e non solo pensare (come faccio ora)
E se tutti questi pensieri e credenze fossero lasciati andare ?
Non avere alcuna attesa di cosa e come dovrebbe essere ?
.. ma non perchè quello che sto facendo è al solo fine di sentire questo.. ma xchè c'è l'idea che la "realizzazione" comporti questo cambio di percezione.. è perchè no, anche sentire che tutto questo è una danza come la definisci tu e il cambio di percezione comporterà anche una chiara comprensione intellettuale (che ne sarà solo la conseguenza ..) di come stanno realmente le cose ..
Se dimentichi che la "realizzazione" comporta questo cambio di percezione e anche una chiara comprensione intellettuale (che ne sarà solo la conseguenza ..) … resta qualcosa cui ci si può aggrappare ?
Quando cessa il gioco di fornire spiegazioni e racconti di un futuro possibile … cessa forse la consapevolezza ?
quello che mi sembra di riuscire a fare è dirigere l'attenzione sull' appercezione del corpo e in quel caso si, sento vibrazioni e vuoto ma ho indirizzato la consapevolezza usando l'attenzione..
E se non ci fosse questo pensiero che cerca con l'attenzione e la concentrazione, bensì solo consapevolezza ?
Se non ci fosse dopo una chiara comprensione intellettuale (che ne sarà solo la conseguenza ..) di come stanno realmente le cose ? dato che la prospettiva non è più attraverso una percezione razionale di pensieri, ma solo pura consapevolezza ? puro essere senza definizioni ? condizione sempre presente mentre il noi che crediamo di essere è perso negli oggetti della percezione e nelle storie che .. sogniamo :)
E se invece di "come fare a" bastasse semplicemente smettere di fare rumore e movimento ?
;)

User avatar
mitzuko
Posts: 76
Joined: Tue Feb 05, 2013 12:31 pm

Re: cerco guida italiana

Postby mitzuko » Thu Apr 10, 2014 10:05 pm

E se questo vedere che la coscienza "nasce" dalle percezioni di questo corpo fosse in realtà solo il frutto di un modo di pensare, di una costruzione intellettuale, di una spiegazione plausibile ?
si lo è ma si basa sull'osservazione dei fatti.. è ciò che vedo
Invertendo il tutto si potrebbe dire che la consapevolezza diventa consapevole di un aggregato che percepisce un universo vibrazionale .. credendolo reale ne rimane attratta, ecc. ?
può essere anche questo.. per quanto mi riguarda adesso possono essere entrambe le cose... ma se ciò che è percepibile dai sensi non è reale, cosa significa reale allora? cosa lo è se non questo?
E se quando il corpo dorme, e le percezioni dei cinque sensi sono disattivate, non c'è, apparentemente, consapevolezza solo perché non c'è più identificazione consapevole con un corpo, con un mondo conosciuto ?
si certo può essere ma dal mio punto di vista questa è solo una supposizione, ciò che osservo io è che la consapevolezza coincide con gli stati di coscienza di questo corpo.. quando le percezioni sono disattivate non c'è niente quindi come faccio a sapere che c'è ancora consapevolezza? lo posso solo supporre..
Per esistere questo io-idea deve illudere di essere separato ... altrimenti cesserebbe ;) E' solo una convinzione :)

questa frase mi dice molto, sento e vedo che è la verità
E se tutti questi pensieri e credenze fossero lasciati andare ?
Non avere alcuna attesa di cosa e come dovrebbe essere ?
per un attimo (ma giusto il tempo di notarla e non c'era +)ho avuto la sensazione che non avrei + "appoggi" ed è arrivata una sensazione di paura, (legata all'eventualità di dover, non avendo + appoggi, rinunciare all'idea di "me" ) di assoluta vulnerabilità, sensazione di essere indifesa.. in questi frangenti sento che forse non lo voglio mica tanto... :P
mi sa che, non trovando realtà in nessun altra identificazione (scartate nel corso della vita..) ho trovato rifugio in quella del cercatore e da lì non mi "voglio" schiodare.. come se facendolo mi dissolvessi.. brutta sensazione..!
in generale (nelle giornate "buone" )mi sembra di vedere e capire tutto ciò che dici, ma rimane un vedere e un capire da parte di qualcuno..e comincio a realizzare che forse non lo voglio fino in fondo.. non mi va/sento di fare "il salto" :(
questo non per dirti che intendo interrompere il "processo" anche perchè "non posso" :D ma per comunicarti che a volte mi rendo conto di una certa resistenza (cosa che probabilmente c'è sempre ma non sempre ne ho coscienza)
grazie Renato.. :))

User avatar
renny
Posts: 52
Joined: Fri Sep 06, 2013 11:15 am

Re: cerco guida italiana

Postby renny » Fri Apr 11, 2014 12:52 pm

Ottimo mitzuko :)
onestà e sincerità
ed è stato evidenziato “il punto”:.. la paura ;)
... ma se ciò che è percepibile dai sensi non è reale, cosa significa reale allora? cosa lo è se non questo?
i sensi continuano a percepire … sono sempre attivi … percepiscono un flusso che è in continuo mutamento, tutto cambia …. è l'io-pensiero che cerca di fermare questo flusso e di adeguarlo ad una realtà costruita con le parole, col ragionamento … ma questa “realtà” non esiste “oggettivamente”: esiste solo come costrutto di parole e di “identificazioni” nello spazio libero della consapevolezza … spazio vuoto, senza confini.
Per esistere questo io-idea deve illudere di essere separato ... altrimenti cesserebbe ;) E' solo una convinzione :)
questa frase mi dice molto, sento e vedo che è la verità
questo io-idea si appropria dell'udire (io sento questo suono), del vedere (io vedo questo albero), del sentire (io sento questa fitta alla pancia), ecc. mentre in realtà c'è solo udire, vedere … prima che vengano attaccate le etichette rappresentate dalle parole …. c'è un movimento, una danza in contemporanea, un flusso senza conoscenza e quindi senza un conoscitore e un conosciuto.
E se tutti questi pensieri e credenze fossero lasciati andare ?
Non avere alcuna attesa di cosa e come dovrebbe essere ?
Per un attimo (ma giusto il tempo di notarla e non c'era +) ho avuto la sensazione che non avrei + "appoggi" ed è arrivata una sensazione di paura, (legata all'eventualità di dover, non avendo + appoggi, rinunciare all'idea di "me" ) di assoluta vulnerabilità, sensazione di essere indifesa.. in questi frangenti sento che forse non lo voglio mica tanto... :P Mi sa che, non trovando realtà in nessun altra identificazione (scartate nel corso della vita..) ho trovato rifugio in quella del cercatore e da lì non mi "voglio" schiodare.. come se facendolo mi dissolvessi.. brutta sensazione..!
Resta semplicemente con queste paure,con questa sensazione di assoluta vulnerabilità, con questa sensazione di essere indifesa, con qualsiasi brutta sensazione .. resta ! Sii semplicemente consapevole senza fuggire, senza rifiutare … sii semplicemente consapevole ! Resta ! … è tutto solo flusso … :)
in generale (nelle giornate "buone" )mi sembra di vedere e capire tutto ciò che dici, ma rimane un vedere e un capire da parte di qualcuno..e comincio a realizzare che forse non lo voglio fino in fondo.. non mi va/sento di fare "il salto" :( Questo non per dirti che intendo interrompere il "processo" anche perchè "non posso" :D ma per comunicarti che a volte mi rendo conto di una certa resistenza (cosa che probabilmente c'è sempre ma non sempre ne ho coscienza)
Non c'è nulla da perdere - Nessuno perde nulla … è semplicemente una paura senza fondamento … sii semplicemente ed onestamente consapevole di questa paura, di questa resistenza … è semplicemente lo sparire di una barriera ... che non c'è :)
Grazie a te mitzuko

User avatar
mitzuko
Posts: 76
Joined: Tue Feb 05, 2013 12:31 pm

Re: cerco guida italiana

Postby mitzuko » Fri Apr 18, 2014 12:44 pm

i sensi continuano a percepire … sono sempre attivi … percepiscono un flusso che è in continuo mutamento, tutto cambia …. è l'io-pensiero che cerca di fermare questo flusso e di adeguarlo ad una realtà costruita con le parole, col ragionamento … ma questa “realtà” non esiste “oggettivamente”: esiste solo come costrutto di parole e di “identificazioni” nello spazio libero della consapevolezza … spazio vuoto, senza confini.
questo io-idea si appropria dell'udire (io sento questo suono), del vedere (io vedo questo albero), del sentire (io sento questa fitta alla pancia), ecc. mentre in realtà c'è solo udire, vedere … prima che vengano attaccate le etichette rappresentate dalle parole …
quello che dici lo vedo, c'è solo vedere, sentire etc..(e mi viene in mente un passo della bibbia.."In principio era il Verbo, il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio", chissà se si riferiva a questo..? ), "io" è solo nei pensieri, ma da qui non so come "procedere" anche perchè adesso non mi sento ne carne ne pesce... ( e vedo che quello che ti scrivo sono solo pensieri) quindi.. boh!!???

per quanto riguarda la paura non la sento sempre e le poche volte che nasce, nasce da sè e la "risposta" anche quella arriva da sè.. non ho la possibilità di "decidere di stare" con questa paura c'è solo un osservare.. è come se mi buttassi contro un "muro di gomma" come impatto vengo "rispedita" indietro..

grazie :))

User avatar
renny
Posts: 52
Joined: Fri Sep 06, 2013 11:15 am

Re: cerco guida italiana

Postby renny » Fri Apr 18, 2014 8:20 pm

Non c'è un dirigersi
non ci sono direzioni
se nasce la paura non reagire
con movimenti di fuga ..
o di giudizio ...
o di riconoscimento di quel movimento
col nome di "paura" ..
nulla è un "fare" ... non ce nessuno che "fa" ...
;)
:)

User avatar
mitzuko
Posts: 76
Joined: Tue Feb 05, 2013 12:31 pm

Re: cerco guida italiana

Postby mitzuko » Thu Apr 24, 2014 12:03 pm

Renny io non so più che dire.. :(


Return to “Other Languages”

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest